Articles in Category: Interviste

Hobby Maniax intervista Fumio “Osabu” Osano

IntervisteCiao a tutti,

postiamo per voi la traduzione in italiano, ad opera del nostro staff, dell'intervista che il portale giapponese "Hobby Maniax" ha recentemente proposto a Fumio "Osabu" Osano, che ormai non ha certo bisogno di presentazioni. : )

Buona lettura.

"L’anno scorso fu annunciato a una fiera pubblica che per celebrare il ventesimo anniversario del marchioPretty Soldier Sailor Moon” si stava lavorando sia su di una nuova produzione animata che su altri progetti. Riguardo questo anime, che ha influenzato incredibilmente la pop culture, sono ora state create delle nuove figure ed altri oggetti che sono enormemente popolari (come potete leggere anche in alcuni degli altri nostri articoli).

Con il progetto del ventesimo anniversario in pieno svolgimento, uno dei primi articoli ad essere rilasciati sono stati queste figure, completamente snodabili, delle quali ci siamo particolarmente interessati.

Dall’annuncio della nuova linea di figure di Sailor Moon, la Bandai Collectors DivisionS.H.Figuarts” ha rilasciato finora solo Sailor Moon e Sailor Mercury. Sailor Mars è stata mostrata al Japan Expo di Parigi a Luglio e poco più tardi, lo stesso mese, Sailor Jupiter ha fatto la sua apparizione al Comic-Con di San Diego in una mostra di prototipi.

Intervista 1

Al Tokyo Toy Show nel maggio 2013, S.H.Figuarts mostrò per la prima volta una versione a colori di Sailor Mercury.

S.H.Figuarts annunciò per la prima volta la sua nuova linea dedicata a Sailor Moon dopo la fiera Tamashii Nation nell’Ottobre 2012. A quel tempo, S.H.Figuarts stava lavorando col gruppo della Bandai Collector’s Division sulla serie di figure super deformed, dette “Chibi Arts”, quando decise di presentare anche le piccole Sailor Moon figure. Entrambe le serie furono mostrate nella teca di un angolo espositivo promozionale e furono ben accolte. Divennero addirittura trending topic su Twitter.

Intervista 2

Tamashii Nation 2012. Angolo espositivo dedicato a Pretty Soldier Sailor Moon.

Intervista 3

Anche le figures super deformed della linea Chibi Arts di Sailor Moon furono mostrate nello stesso spazio.

Il SailorMoonWorld.it intervista Tonia di Angenia Creations

Interviste

Ciao ragazzi,

oggi abbiamo il piacere di intervistare un'altra artista che con le sue creazioni ha reso onore alla nostra amata Sailor Moon: Tonia di "Angenia Creations".

Dai cammei alle statuette tridimensionali, passando per i cofanetti "portasogni", Tonia ha realizzato diversi oggetti in fimo di incomparabile bellezza ed espressività, molti dedicati alla nostra serie preferita.

Proprio in seguito al suo grande successo e viste le sue capacità, abbiamo deciso di intervistarla per voi!

Buona lettura!

  • SailorMoonWorld.it: ciao Tonia, grazie per aver accettato il nostro invito. Intanto complimenti per le tue creazioni, sono delle vere opere d'arte. Ogni volta ci stupisci con la tua abilità. Cominciamo. Parlaci un po' di te… Qual è la vera identità di Angenia?
  • Tonia: ciao a tutti, grazie mille per questa opportunità e per tutti i bellissimi complimenti! La vera identità di Angenia? Mi chiamo Tonia e ho 20 anni, da quando ne ho memoria ho sempre amato il disegno e tutto ciò che riguarda l'arte; mi sono diplomata all'istituto d'arte in grafica pubblicitaria e ora continuo a costruire un futuro che segua la strada dell'arte, perchè nella mia vita non saprei immaginare altro. Ho sempre la testa tra le nuvole, sono distratta e disordinata, ho provato a cambiare ma... non sarei io! Sono una persona ipersensibile, ogni minima cosa la trasformo in una tragedia greca, sono sempre insicura e questi sono lati del mio carattere che odio profondamente. Un lato di me, invece, che amo e di cui non mi vergogno affatto è il mio essere bambina, guardo anime, leggo manga e colleziono bambole, ovviamente ADORO SAILOR MOON!!

Intervista Tonia 1

  • SMW.it: da cosa deriva il nome Angenia?
  • T: deriva dall'unione del mio nome, Tonia, con quello del mio fidanzato Angelo... ANGE-NIA! Avevo unito i nostri nomi per scherzo ma mi è piaciuto subito!
  • SMW.it: spieghiamo a chi non lo sa cos'è il fimo. Com'è nata la tua passione per questo materiale? Sei autodidatta?
  • T: allora, detto tecnicamente il fimo è una pasta polimerica, va modellata e cotta in forno (non usate il forno della cucina perchè il fimo emana sostanze tossiche, usate sempre un forno a parte!); detto a modo mio il fimo è... MAGIA! Potete creare tutto quello che vi passa per la testa e dare sfogo alla vostra creatività. La mia passione è nata quando ho notato un orecchino di una mia amica a forma di stella di Super Mario; dopo aver scoperto che era stato creato da lei rimasi immobile per qualche secondo immaginando cosa avrei potuto creare e da lì nessuno mi ha più fermata. XD Sì, sono autodidatta, anche perchè riuscivo a trovare solo tutorial che spiegassero come fare dolcetti, poi sperimentare da soli è molto molto più bello e i vostri pezzi risulteranno unici al 100%!

Intervista Tonia 2

  • SMW.it: con tue creazioni hai riscosso un successo incredibile tanto da essere costretta ad aprire la partita iva e attualmente sei sommersa dalle commissioni. Di sicuro la soddisfazione per il proprio operato è tanta ma il tempo libero è poco.
  • T: poco tempo libero? Beh, nel mio tempo libero non facevo altro che creare, creare e creare, portando il mio blocco di disegno ovunque! Ovviamente le richieste sono tantissime, ma cerco di fare quello che posso alternando questo mio lavoro alla vita privata (qualche svago deve pur esserci! XD).
  • SMW.it: le tue creazioni si caratterizzano per una cura incredibile dei dettagli, anche in oggetti decisamente piccoli. Quali sono i tempi medi di realizzazione per un oggetto di piccole e grandi dimensioni?
  • T: questa è una domanda imbarazzante poichè mi definisco la lumaca del fimo... diciamo che per una doll abbastanza semplice (ad esempio una Sailor) mi ci vogliono minimo 2/3 ore, mentre per cose più complesse (come cammei o frammenti)... bè... devo dividere la lavorazione in due giorni perchè richiedono dalle 6 alle 8 ore, compresa la progettazione. Per oggetti di dimensioni maggiori (ad esempio statuine) suddivido il lavoro in più giorni. Sono necessari un paio di giorni per la progettazione, uno per stendere una creazione base ed altri due per completarla ed aggiungere i particolari... ovviamente se tutto va bene e non devo rifare niente!! XD Cosa che non è mai accaduta!!! -.-

Intervista Tonia 3

  • SMW.it: i paesaggi dei tuoi "frammenti" non sono dipinti, bensì interamente realizzati in fimo, mentre i capelli dei tuoi personaggi sono cosi realistici che donano movimento, volume e graziosità al tutto. Il tuo è un lavoro minuzioso e di alta precisione. Tutti noi ci chiediamo... ma come fai??
  • T: eh... con tanta e tanta pazienza! Non sono necessari attrezzi strani o tecniche sofisticate, basta questo: pazienza e tanta passione, tanta voglia di fare e di rinnovare il proprio stile! Poi c'è l'arma segreta, senza la quale non oserei aprire un solo panetto di fimo, LO STUZZICADENTI! È lui la mia bacchetta magica, aiuta a fare tutto!
  • SMW.it: che suggerimento puoi dare a chi si accinge per la prima volta alla lavorazione del fimo?
  • T: mmm... ce ne sarebbero tantissimi. :P Iniziamo dal più importante: trovate un vostro stile! Anche se siete alle prime armi, non prendete esempio da cose già fatte! Moltissime mie amiche se devono fare una doll... ad esempio una Sailor, scrivono su Google "Sailor in fimo" o "Sailor kawaii"... NOOOOO!!! Niente di più sbagliato, dovete cercare solo Sailor Moon e poi creare voi una Sailor kawaii, senza essere influenzate da altri stili. E se non dovete creare cartoni animati ancora meglio! Non scrivete "cane kawaii" o cose simili, cercate semplicemente la foto di un cane e da quella create il vostro, state per diventare creatrici quindi CREATE al 100%. Un altro consiglio è quello di non cuocere il fimo nel forno di casa, come ho detto prima e di non cuocerlo nell'acqua bollente; funziona ma le creazioni si romperanno molto facilmente e potrebbero rovinarsi. Inoltre il fimo si sporca molto facilmente, quindi tavolo da lavoro pulito e braccia libere, se si sporca pulitelo con un po' di alcool e cotone. ;) Infine non acquistate tremila attrezzi, bastano uno stuzzicadenti, un taglierino e un matterello e, una volta imparato a modellare con questi, potrete poi facilitare il lavoro con altri attrezzi. :)

Intervista Tonia 4

  • SMW.it: moltissimi fan all'estero ti chiedono di spedire anche oltre il territorio italiano, ma tu ripeti più volte che ciò attualmente non è possibile. In passato hai avuto dei clienti stranieri, quali sono oggi gli ostacoli che ti impediscono di continuare a spedire all'estero?
  • T: ho spedito solo un braccialetto all'estero, XD e per fortuna è andato tutto bene. Ma ora con la mia partita iva non posso perchè mi permette la vendita solo in Italia; spero di poter risolvere ma sicuramente non lavorerò su commissione: la comunicazione in inglese non è il mio forte. :P
  • SMW.it: hai comunque intenzione di allargare il tuo mercato in futuro?
  • T: purtroppo le creazioni che posso fare sono limitate, non posso creare in grandi quantità e questo mi dispiace molto... ma stiamo cercando una soluzione. :)

Intervista Tonia 5

  • SMW.it: hai realizzato tanti oggetti dedicati a Sailor Moon. Conoscevi già questo anime o lo hai conosciuto tramite le richieste dei tuoi clienti?
  • T: assolutamente , lo conoscevo già! Sailor Moon ha segnato la mia infanzia, mi ha insegnato tantissimo e ancora oggi guardo gli episodi e ho tutte le sigle sul mio lettore MP3. XD
  • SMW.it: qual à il tuo personaggio Sailor preferito?
  • T: le adoro tutte, ma se proprio devo scegliere... Neptune! È sublime!
  • SMW.it: qual'à stato invece il più difficile da realizzare e perchè?
  • T: Sailor Cosmos mi ha fatto impazzire!!! Oltre ad avere molti più particolari, ha un'aria particolare: è molto slanciata, misteriosa, diversa dalle altre Sailor, darle quell'atteggiamento di regalità e allo stesso tempo renderla "mia" è stato difficile.

Intervista Tonia 6

  • SMW.it: conoscevi già il SailorMoonWorld.it? Che cosa ne pensi?
  • T: sì sì, è un sito bellissimo, passo spesso per controllare tutte le novità del mondo Sailor, soprattutto per quanto riguarda i gadget. :P
  • SMW.it: grazie della tua disponibilità. L'intervista è finita. C'è qualcosa che vuoi aggiungere?
  • T: sì, che vi ringrazio ancora per questa opportunità, per una fan di Sailor Moon come me vedere il proprio nome su un sito come questo significa moltissimo e spero che alcuni dei miei consigli possano essere utili ad alcune di voi, GRAZIE.

Intervista Tonia 7

Prima di salutarvi, vi invitiamo a visitare la pagina Facebook della nostra amica Tonia per visionare altri suoi bellissimi lavori. Alla prossima! : )

Il SailorMoonWorld.it intervista Malcolm "Drachea Rannak" Coluim

Interviste

Ciao ragazzi,

Vi presentiamo oggi un’intervista con l'argentino Malcolm Widd, meglio conosciuto sul web con lo pseudonimo di "Drachea Rannak", uno dei più popolari fan artist della rete.

Attivissimo nel fanbase di Sailor Moon, alcune delle sue otaku senshi sono diventate molto popolari: come dimenticare le Principesse Disney versione Sailor o i disegni del Sailor Senshi Maker?

Ma non perdiamo tempo e lasciamo subito la parola a Malcolm! : )

  • SailorMoonWorld.it: ciao Malcolm, grazie per l'opportunità che ci hai concesso, vuoi presentarti?
  • Malcolm Widd: dai, grazie a voi per avermi considerato per questa intervista! Mi chiamo Malcolm Widd, conosciuto come Drachea Rannak e anche come Mael Coluim!

Intervista Drachea 0

  • SMW.it: cosa fai nella vita?
  • MW: adesso, dopo un serio problema di salute, ho deciso di viaggiare e conoscere il mondo. Devo ancora visitare l’Italia, sicuramente lo farò in questo 2013. Di lavoro faccio il disegnatore online, freelance, e sono anche un insegnante di manga. Mi sono laureato in animazione 3D negli Stati Uniti, specificamente in California.
  • SMW.it: come hai iniziato a fare il disegnatore?
  • MW: stando a quanto dicono i miei, ho iniziato da piccolino; avevo appena 18 mesi e già provavo l’impulso di disegnare. Il primo ricordo che ho è di quando ero molto piccolo avevo forse tre anni) e disegnavoMitsubachi Maya no Boken”, non so come si chiama in italiano, ma in spagnolo per noi era "La Abeja Maya". (In Italia "L’Ape Maia" n.d.r.).
  • SMW.it: c'è un particolare personaggio che ti rappresenta sempre, ci racconti le sue origini?
  • MW: volete dire Drachea? È una lunga storia che comincia nel 1999, quando stavo leggendo quella che sarebbe diventata la mia scrittrice preferita, Louise Cooper. Il libro si chiamava "Lord Of Time", era una trilogia dove, nel secondo libro, compariva un personaggio chiamato Drachea Rannak che era troppo divertente e io mi identificavo tantissimo in lui. Ma c'era un piccolo problema: Drachea era diverso da me, fisicamente parlando, perciò, ho preso la sua personalità e l'ho unita alla mia immagine... più o meno (biondo, bianco e basso), e dopo ho aggiunto cose dei personaggi che mi piacevano, come: Pisces no Aphrodite, Kuno Kodachi, Kaiou Michiru, Megrez no Alberich e anche Kiryu Nanami. Gli ho fatto indossare anche vestiti arancioni, dato che l'arancione è il mio colore preferito. Quindi, lui è una grande mescolanza di cose che mi piacciono, ed è diventato il mio avatar. Dopo essere diventato famoso su DeviantArt, un giorno mi arrivò un'e-mail di Louise Cooper, che mi domandò chi fossi e che cosa mi piacesse di Drachea così tanto - nel libro, Drachea è un personaggio impopolare infatti -, oltre al perché lo rappresentassi cosi. Dopo la mia spiegazione, lei è rimasta cosi contenta e felice che mi ha dato la sua benedizione per usare il nome di Drachea.

Intervista Drachea 1

  • SMW.it: quali sono le tue serie animate e/o manga preferite?
  • MW: Saint Seiya, Sailor Moon, Utena, Record Of Lodoss War e Lady Oscar.
  • SMW.it: parlando di Sailor Moon, sei spesso chiamato ad illustrare la fantasia dei fan della serie, che si traduce nelle più diverse "otaku senshi" (Guerriere Sailor inventate dai fan), cosa ne pensi a riguardo?
  • MW: Hm... credo che mio stile sia diventato talmente vicino a quello di Ikuko Itoh (character design, tra i suoi vari lavori, della terza e quarta stagione di Sailor Moon n.d.r.), che a questo punto la gente crede che se io disegno la loro otaku senshi, diventa quasi ufficiale.

Intervista Drachea 2

  • SMW.it: qual è il tuo personaggio preferito?
  • MW: Michiru Kaiou, of course.

Intervista Drachea 3

  • SMW.it: il 2013 vedrà il ritorno dell'anime di Sailor Moon sotto forma di remake, cosa ne pensi e quali sono le tue aspettative?
  • MW: spero che sia più simile al manga ma che conservi certi aspetti dell'anime che ho apprezzato, come la relazione tra Nephrite e Naru-chan!
  • SMW.it: parlando invece di Saint Seiya, qual è la tua opinione sulla nuova serie, "Saint Seiya Omega", attualmente trasmessa in Giappone?
  • MW: io sono un vero fan di Saint Seiya... non solo la guardo, ma colleziono anche articoli di questa serie. A me sembra una cosa meravigliosa quando una serie viene opzionata e si continuano a produrre cose nuove relative alla stessa negli anni. Non capisco la gente che odia Omega per essere differente... So che non è tradizionale, ma non credo che rappresentino un insulto le modifiche che hanno apportato! Canon è solo quello che fa Kurumada... tutto il resto è extra, e mantiene la serie viva nel tempo.

Intervista Drachea 4

  • SMW.it: oltre al disegno e alle serie animate, quali altri interessi hai?
  • MW: mi piacciono molto le lingue. Come vi ho detto, vorrei viaggiare in Italia per poter parlare in italiano, che ho imparato alla Dante Alighieri. Anche se la mia lingua madre è lo spagnolo, parlo anche l'inglese (visto che mio padre è inglese) e il giapponese (che ho potuto usare quest'anno quando sono andato a Tokyo, dove ho conosciuto Marco Albiero :D). Stavo imparando anche il russo ma mi sono dovuto fermare per questioni di salute.
  • MW: mi piace veramente, perché è un bel sito, ufficiale, pulito e ben disegnato!

Intervista Drachea 5

Siamo giunti al termine dell'intervista, auguriamo quindi buon lavoro a Malcolm  e lo ringraziamo per la sua gentilezza e disponibilità, invitandovi a visitare la sua pagina Facebook per visionare i suoi bellissimi lavori. : )

Il SailorMoonWorld.it intervista Laura Cosentino di Majokko Creazioni

Interviste

Ciao ragazzi,

si è da poco tempo conclusa la più importante fiera italiana dedicata (ma non solo) al fumetto, all'animazione e al videogioco, ossia Lucca Comics & Games 2012.

Tra gli innumerevoli stand è tornata prepotente la gadgettistica vecchia e nuova, originale e non, dedicata a Sailor Moon. Spuntavano, infatti qua e là artbook e peluche, scettri e giocattoli prodotti da Giochi Preziosi, oggetti asiatici e nuovi articoli creati dalle ormai famose aziende americane GE Animation e Hot Topic.Lucca 1Numerosissimi anche coloro che hanno optato per un "personaggio Sailor" per i loro cosplay.

Lucca 2Ciò che quest’anno ha avuto un enorme successo però, è stato l’artigianato dedicato alla nostra serie preferita, un'ulteriore conferma quindi di quanto quest'iconica serie sia amata nel nostro paese e rappresenti ormai un vero e proprio cult. Calamite e orecchini in legno dipinto a mano, collane e oggettini in fimo, solo per citarne alcuni, sono gli oggetti che diversi artisti hanno realizzato in onore della nostra Sailor Moon.

Tuttavia, l’artista che più si è distinta per bravura e che ha reso, con la sua presenza, questa edizione di Lucca Comics davvero speciale è Laura - Majokko Creazioni - Cosentino.

Intervista Laura 1Avevamo già parlato dei lavori di Laura nel 2011, ma da allora questa talentuosa artista ha fatto molta strada, migliorando ulteriormente le sue tecniche e ampliando notevolmente la sua fama, guadagnandosi fan anche all’estero e la stima di persone del calibro di Marco Albiero e Clara Serina.

Per quest’anno Laura ha preparato un’asta davvero particolare, dove tra i vari oggetti in palio c’erano esemplari unici di prop replica dedicati a Sailor Moon: l'orgel (laccato con foglia d’oro zecchino,con melodia e luna girevole), i Lip Rod delle guerriere Sailor del sistema solare esterno (tra i quali anche una quello di Sailor Saturn, una creazione originale), la Crystal Star e l'Holy Grail (decorato con cristalli Swarovski e si illumina quando viene aperto).

Intervista Laura 1La sua asta è stata un vero trionfo… e non poteva essere altrimenti! Come scrive Laura su Facebook, questa è stata un’esperienza "super-fantastica", nel corso della quale ha avuto modo di conoscere di persona molti fan che già da tempo la seguivano sul web e ha quindi potuto constatare dal vivo l’affetto che la circonda.

Ma ora conosciamola meglio… il SailorMoonWorld ha infatti intervistato Laura per voi! :)

  • SailorMoonWorld.it: ciao Laura, grazie per aver accettato il nostro invito. Innanzitutto sappi che tutto lo staff del nostro sito ammira tantissimo il tuo lavoro e che siamo onorati di questa intervista. Bene, allora partiamo. Presentati brevemente per quei pochi che non ti conoscono.
  • Laura Cosentino: un saluto a tutti gli amici del SailorMoonWorld.it, mi chiamo Laura Cosentino, ho 30 anni, sono di Catania e sono laureanda in Scienze della Comunicazione, e nel 2007 ho dato vita a Majokko Creazioni.
  • SMW.it: i tuoi genitori ti han trasmesso la passione per la lavorazione del legno e, come tu stessa ci racconti, attualmente studi Scienze della Comunicazione. Quindi non hai studi specifici, ma "solo" una grande passione e un'abilità innata?
  • LC: sì, da buona bambina cresciuta negli anni '80, adoravo i cartoni animati e sono sempre stata molto creativa, mi piaceva disegnare, creare con il Das, e ricordo che già all'età di cinque-sei anni provavo a costruire con del cartoncino le prime bacchette delle mie maghette preferite. Allo stesso tempo i miei genitori hanno sempre avuto l'hobby della lavorazione del legno, un hobby che hanno trasmesso anche a me. Ora, unendo le due cose, ecco che a fine Estate 2007 mi venne l'idea di realizzare una figura in legno di Hello Spank... da lì partì l'avventura di Majokko Creazioni.
  • LC: sì, nel Marzo 2008, unendo le mie passioni con quella del mio ragazzo, diamo vita al nostro primo blog cartoonstvedintorni. Possiamo dire che per noi studenti di comunicazione fu una vera e propria "palestra". Da lì poi ho creato la mia pagina Facebook, il mio blog e il mio sito. Credo che oggi la multimedialità, la comunicazione via web attraverso i social network sia fondamentale e, soprattutto per il mio carattere, amo avere il contatto con la gente, essere sempre presente e disponibile. Per farvi capire, ho sempre risposto personalmente a tutte le e-mail e ai messaggi privati che mi avete inviato in questi cinque anni, dal 2007 ad oggi!
  • SMW.it: ormai sei il punto di riferimento per molti cosplayer, però hai iniziato creando figure bidimensionali. Com'è nata l'idea di passare alla realizzazione di prop replica?
  • LC: sì, il fatto di essere conosciuta e amata dai cosplayers per me è un grande onore, il fatto di poterli aiutare a realizzare i loro piccoli sogni per me è felicità pura. L'idea delle prop replica è stata istintiva, visto che anch'io, da buona amante dei cartoni animati, desideravo avere gli oggetti magici da esporre in vetrina. Qui, tengo a precisare una cosa che per me è fondamentale: Majokko Creazioni nasce e continua ad essere un semplice e puro hobby, che cerco di portare avanti nel mio tempo libero. Non ho avuto mai la pretesa di trasformarlo in lavoro, non sono un'azienda e non produco in serie, quindi ogni mia singola prop replica che vedete l'ho creata con le mie mani e con l'aiuto di mia madre. Se pensassi solo ad un aspetto economico, ad un guadagno, allora non potrei realizzare le mie prop, in quanto il tempo impiegato, i sacrifici e le spese sono inestimabili e si perderebbe anche il senso per cui le realizzo, quindi il mio unico scopo, nel mio piccolo, è esaudire i sogni e i desideri di chi ama i cartoni come me e trasmettere la mia passione e la mia gioia agli altri. Questa è la vera essenza di Majokko Creazioni.
  • SMW.it: il famoso artista e illustratore Marco Albiero (che salutiamo) è diventato un tuo grande fan e a Lucca ti ha manifestato di persona tutta la sua ammirazione. Che effetto ti ha fatto?
  • LC: per me è stato un vero onore conoscerlo. La cosa che mi ha stupito è la sua dolcezza e la sua umiltà. Quando ci siamo incontrati sembrava che il mondo si fosse rovesciato, è stato lui a chiedermi una foto insieme e questo mi ha davvero colpito. Adesso siamo amici, siamo rimasti in contatto, e stiamo collaborando ad un progetto di cui non svelo al momento nulla. Volevo solo aggiungere che Marco, oltre ad essere una persona squisita, è per me un grande artista, un vero genio nel suo campo. Guardando i suoi disegni rimango incantata, come penso tutti voi.
  • SMW.it: hai anche realizzato il sogno personale di incontrare Clara Serina dei Cavalieri Del Re. Che cosa hai provato?
  • LC: Clara è una persona dolcissima e molto cordiale, quando ci siamo conosciute mi ha abbracciata e ha voluto sapere di me e della mia arte, ci siamo messe a parlare un bel po' ed è stato bello. La parte più emozionante l'ho avuta quando le ho regalato la bacchetta di Chappy durante l'asta delle mie prop replica che si è svolta al Japan Palace di Lucca Comics 2012. Lei ne è stata davvero entusiasta e l'ha tenuta con sè caramente! Per me incontrarla è stato un sogno, adoro la sua voce, è un grande mito che con le sue sigle mi ha accompagnato per tutta l'infanzia.
  • SMW.it: sempre a Lucca hai presentato dei pezzi unici dedicati a Sailor Moon, delle prop replica a dir poco perfette, hai addirittura inventato il Lip Rod di Sailor Saturn!
  • LC: si, effettivamente era quello il mio intento, vista l'importanza dell'occasione, ovvero dare vita ad oggetti unici non più replicabili. La sfida più grande è stata realizzare il carillon perfettamente funzionante ed in oro zecchino. Un progetto che avevo in mente da tantissimo tempo e per il quale ho lavorato tanto… sono stati molti i momenti in cui pensavo di non farcela, ma poi alla fine tutto si è risolto. Sono molto soddisfatta e felice che ad averlo oggi sia Prisca, una dolcissima ragazza, grande fan di Sailor Moon, che si è anche aggiudicata la Coppa Lunare funzionante con Swarovski e il Cristallo D'Argento con Swarovski. Questi 3 oggetti rimarranno per sempre unici nella sua vetrina e lei ne è davvero orgogliosa. Per quanto riguarda i Lip Rod, hanno avuto un grande successo, compreso appunto quello di Saturn, che non ho inventato io, ma ho semplicemente "riportato in vita" un'idea elaborata da tutti i fan di Sailor Moon e spero di esserci riuscita al meglio.
  • SMW.it: hai intenzione di creare altri oggetti dedicati a Sailor Moon, oltre a quelli già realizzati?
  • LC: sì, certamente, ho intenzione di creare nuovi oggetti dedicati a Sailor Moon. I miei prossimi obiettivi sono l'Holy Moon Chalice e i vari Crystal Change Rod.
  • SMW.it: come tu stessa hai ammesso, il tuo cartone preferito è Mahou no Tenshi Creamy Mami. Che ruolo ha quindi Sailor Moon nella tua vita, passata e presente?
  • LC: sì, effettivamente il mio cartone preferito fin da piccola è stato l'Incantevole Creamy e anche tutte le altre maghette, perchè sono cresciuta con loro. Sailor Moon è andato in onda in un periodo dove io ero già più grandicella, quindi ho seguito più la prima serie e meno le altre. Diciamo che sto imparando a conoscerla molto di più adesso che allora e quello che mi affascina è la storia, i personaggi, i disegni e i colori che trovo stupendi. Credo in cuor mio che Sailor Moon sia paragonabile ai grandi cartoni degli anni 80, ed è, secondo me, l'ultimo grande anime giapponese arrivato in Italia.

Intervista Laura 3

  • SMW.it: qual è il tuo personaggio preferito dell'universo di Sailor Moon e perché?
  • LC: sembrerò banale, ma il mio personaggio preferito è proprio Sailor Moon. Il suo essere imbranata, pasticciona, ma allo stesso simpatica, allegra, ma che nei momenti importanti sa avere carattere, la rende unica… diciamo che mi ci rispecchio molto. Per altri aspetti mi ha colpito molto Sailor Saturn (Ottavia) per il suo essere dolce, timida, con la sua salute cagionevole… insomma un personaggio a cui non puoi non affezionarti.
  • SMW.it: conoscevi già il SailorMoonWorld.it? Cosa ne pensi?
  • LC: sì, come potrei non conoscerlo, siete un sito fantastico, ricco di notizie e curiosità, ben curato, con un forum eccellente, che dire… di sicuro il miglior sito nel web dedicato a Sailor Moon.
  • SMW.it: quali sono i tuoi progetti e impegni futuri?
  • LC: sicuramente laurearmi al più presto, trovare un lavoro che mi gratifichi, anche se oggi è difficile, e nel tempo libero portare avanti i miei hobby, visto che non ho solo Majokko Creazioni, ma sono anche una reborn artist, cioè realizzo bambole reborn… potete vedere i miei lavori, se vi va, su Facebook cercando Laura Reborn Doll.
  • SMW.it: grazie della tua disponibilità Laura. L'intervista è finita. Hai qualcosa da aggiungere o che vuoi dire a chi ti segue?
  • LC: innanzitutto ringrazio voi dello staff per questa speciale intervista, un particolare bacione a Roberta, e un caloroso abbraccio a coloro che mi seguono da tempo con tanto affetto e spero continueranno a farlo… senza di loro Majokko Creazioni non esisterebbe. Un saluto da Laura, e ricordatevi che la vita è un lungo e bellissimo cartone animato!

Intervista Laura 4

Il SailorMoonWorld.it intervista Nicola Ryan Carrassi

Interviste

Ciao ragazzi,

oggi vi proponiamo un'intervista esclusiva a Nicola Ryan Carrassi, voce italiana di Seiya.

Prima di postarvela vogliamo cogliere l'occasione per ringraziare Nicola (qui trovate la sua pagina Facebook) per il tempo che ci ha dedicato.

Buona lettura.

  • SailorMoonWorld.it: è passato molto tempo da quando ha doppiato Seiya per l'ultima volta, che ricordi ha del personaggio e cosa le ha lasciato questa esperienza?
  • Nicola Ryan Carrassi: mi piacque da subito Seiya, aveva portato confusione nella storia d’amore tra Marzio e Bunny, prendendo un posto nel cuore di quest’ultima. Ad un certo punto, anche mentre adattavo, sembrava davvero che da un giorno all’altro sarebbe sbocciato l’amore... Seguivo questo romanzo da spettatore, adattatore e doppiatore... Mi appassionò completamente, e vissi intensamente molte scene che ancora ricordo (come la chiacchierata sulla ruota panoramica ^=^). E chissà che un giorno la loro storia d’amore non si riscriva e prenda risvolti differenti... Poi, interpretare anche un cantante, ballerino ed attore (ricordate la puntata del musical? ;)) avendo anche l’opportunità e la fortuna di scrivere i testi delle canzoni, per poi cantarle nella serie, fu vivere un vero sogno ad occhi aperti! Seiya aveva tutta quella complessità, la vitalità, la personalità che forse, nell’ultimo periodo, erano mancate a Marzio (che diciamolo, è il classico "bravo ragazzo", e per questo, a volte, un po’ noioso... ohi ohi qui le Marzio Girls mi uccideranno XD). Ricordo che fu un po’ difficile per me interpretare le prime scene "serie" con voce profonda... Mi facevano sempre fare bambini, pupazzi, animali, etc. e Seiya doveva essere "figo"... Un giorno in sala mi dissi "non ce la farò mai... questo è un bonazzo pieno di fascino... finirò per dargli la voce di un cretino!!!"... Così, terminato il turno, tornai nel mio ufficio, dove adattavo e seguivo la supervisione di tutte le altre serie in doppiaggio. Misi su la cassetta dell’episodio di Sailor Moon e mi esercitai nel mio "sarai sempre la mia testolina buffa!!"... Fu un fallimento. Insomma, niente è più sbagliato che mettersi davanti allo specchio a studiare le proprie espressioni o un sorriso... Si finisce per essere falsi e anche con l’assumere atteggiamenti da bimbominchia (ahahah perdonatemi l’espressione, ma rende bene l’idea). Come l’ho risolta, quindi? Beh, con un vecchio metodo degli attori. Non ho provato a fare "l’innamorato"... Mi sono innamorato (e in quel periodo lo ero veramente!!!) e così mi sono lasciato andare, e come Seiya, ho sempre parlato con il cuore, mettendoci tutto me stesso e vivendo ogni sua singola emozione come vivevo in quello stesso periodo le mie!
  • SMW.it: l'anime di Sailor Moon è considerato una pietra miliare dell'animazione giapponese, cosa si prova quindi nel sapere di aver contribuito al successo di questa produzione?
  •  NRC: è stato un onore lavorare ad una produzione come questa. Io ho iniziato ad occuparmene, prima che come doppiatore, come responsabile di edizione a partire dalla fine della terza serie. La quarta, "Sailor Moon E Il Mistero Dei Sogni", è stata un terreno molto duro: arrivavano decine di richieste da parte di Alessandra Valeri Manera per evitare che Sailor Moon creasse problemi con il Moige o con altre associazioni di genitori o psicologi (che rompiscatole, mi chiedevo "ma non hanno altro da fare questi babbioni che stare a guardare un cartone animato e dire stupidaggini?"). Lavorare alla quinta, poi, come adattamento e supervisione, è stato come andare sulle montagne russe! In quegli anni venni messo a contatto con la Toei Animation, ed ebbi modo di lavorare con gli sceneggiatori e lo staff di regia delle serie: un’esperienza splendida, che mi ha insegnato molto. I giapponesi chiedevano sempre "come possiamo fare perchè Sailor Moon piaccia al maggior numero di spettatori, senza offendere nessuno?". Se ci pensate, e conoscete bene la mentalità giapponese, questo non dovrebbe suonarvi strano. Le loro priorità sono il lavoro di squadra e il rispetto di tutti, soprattutto capendo che la loro cultura è molto diversa dalla nostra.