• Home
  • Interviste
  • Intervista ai membri del gruppo musicale tedesco “La Soldier”

Intervista ai membri del gruppo musicale tedesco “La Soldier”

Official

Cari amici,

come forse ricorderete (ve ne avevamo infatti parlato qui), la Germania ha ottenuto i diritti di rappresentazione del primo musical giapponese di Sailor Moon (Sera Myu), ovviamente in versione localizzata in tedesco.

Il team che rappresenterà lo spettacolo prende il nome di “La Soldier” e la première si è tenuta lo scorso 7 Aprile.

L’amministratore del sito tedesco SailorMoonGerman, ha intervistato alcuni membri del team, fornendoci una versione in inglese dell’intervista, che abbiamo quindi provveduto a tradurre per voi.

Chiediamo cortesemente di non copiare questo articolo senza creditare, perché il nostro affiliato tedesco (che ringraziamo) ha voluto espressamente che fosse nostra esclusiva, grazie.

Ma non perdiamo tempo, ecco di seguito l’intervista. : )

  • SailorMoonGerman: ciao Moonies, vi presento con piacere l’ultima intervista a cura di SailorMoonGerman. Oggi sono con Anza e Sayuri del gruppo musicaleLa Soldier“. Sono felice che abbiate deciso di dedicarvi all’intervista.
  • La Soldier: è un piacere.
  • Sì, assolutamente.
  • SMG: bene, cominciamo. Potete per favore presentarvi in poche parole? Chi c’è dietro La Soldier?
  • LS: certo, siamo un gruppo musicale interessato a portare i musical di Sailor Moon in Germania. Siamo una GBR (piccola compagnia tutelata dal diritto tedesco).
  • Esatto.
  • SMG: quante persone fanno parte del vostro team?
  • LS: al momento il cast si compone di 14 persone, quindi, fra tutti, siamo circa in 20.
  • SMG: com’è nato il gruppo? Chi ha avuto l’idea?
  • LS: l’idea ci venne ad un raduno tra fan di Sailor Moon; inizialmente, volevamo registrare solo qualche canzone con al massimo brevi storie collegate. Fu dopo un pò che decidemmo di fare sul serio.
  • SMG: ti lasciasti convincere? Questo mi fa pensare che tu sia una fan dei Sera Myu al 100%!
  • LS: decisamente sì. I Sera Myu mi sono molto cari e mi ci dedico al 100%.
  • SMG: come eravate agli inizi? Come arrivaste a decidere il nome “La Soldier“?
  • LS: l’inizio fu col vecchio cast alle anime conventionChisaii” e “Contaku“. In realtà però si trattava più che altro di una forma di pubblicità per noi. Il nome fu ideato da un nostro amico giapponese, e noi fummo subito d’accordo. “La Soldier” è una locuzione molto conosciuta, visto che il titolo dell’omonima canzone
  • SMG: ecco una domanda a cui tutti probabilmente vorranno una risposta… com’è possibile che delle persone normali siano riuscite a ottenere i diritti ufficiali?
  • LS: un amico giapponese ci ha fornito i diritti, direttamente dai licenziatari. Fu sua anche l’idea di chiederli, ci disse “ehi, ascoltate, io ho dei contatti da darvi, scrivete e poi vediamo che succede“. Dopo una lunga trattativa, siamo stati fortunati.
  • SMG: il vostro gruppo non è composto da attori professionisti, com’è possibile che una produzione amatoriale possa rappresentare uno spettacolo ufficiale, oltretutto senza audizioni?
  • LS: siamo una compagnia privata e si tratta di un progetto dai fan per i fan. Vogliamo dare ai fan di Sailor Moon l’opportunità di partecipare al progetto, come performer, assistenti o altro. Non c’è stato nessun casting all’inizio, ma varie persone hanno realizzato dei video in cui cantavano e ballavano, mentre altri sono venuti alle prove durante i weekend. Decideremo alla fine cosa fare, basandoci anche sulla loro disponibilità. Ad ogni modo, per il prossimo progetto, verranno fatte sicuramente delle audizioni.
  • SMG: il musical sarà in lingua tedesca. Avete ricevuto direttive dai licenziatari giapponesi, ad esempio su come riferirvi ai manga, ai nomi, alle frasi celebri, ecc.? Cosa dobbiamo aspettarci?
  • LS: dobbiamo obbligatoriamente usare i nomi originali. Abbiamo anche deciso di usare la pronuncia corretta per fare un lavoro migliore. L’unico nome diverso sarà Tuxedo Kamen che, come nella nostra versione del manga, diventerà Tuxedo Mask. Tutti gli altri saranno quelli originali, così come tutti i poteri e le formule di trasformazione.
  • SMG: avete qualche esperienza legata ai musical, al canto e al ballo?
  • LS: Anza (Natascha) ha frequentato dei corsi per diventare attrice di musical, ma anche gli altri si sono fatti le ossa, partecipando a diversi progetti, esattamente come succederebbe in una scuola professionale o in situazioni simili.
  • SMG: perché cantare le canzoni in tedesco e non in giapponese?
  • LS: è un’imposizione dei licenziatari purtroppo. Ci hanno detto che se il progetto è tedesco, anche le canzoni devono essere cantate nella nostra lingua.
  • SMG: ecco una domanda un po’ inflazionata… perché vi esibirete solo nei teatri e non alle fiere tematiche?
  • LS: non possiamo fare altrimenti, da contratto possiamo performare solo a teatro, e non ho pensato di chiedere il permesso quando potevo. Ora possiamo presentare un paio di canzoni promozionali in diversi contesti, ma non di più.
  • SMG: come avete finanziato il progetto? Avete degli sponsor o pagate coi vostri soldi?
  • LS: al momento paghiamo tutto di tasca nostra, ma stiamo lavorando duro per trovare degli sponsor, e speriamo di trovarne al più presto.
  • SMG: avete qualcuno che vi aiuta nell’organizzazione o fate tutto voi? Mi riferisco al sito, ai progetti, ai meeting
  • LS: ci aiutiamo fra noi, ma abbiamo anche dei tecnici, make up artist, macchinisti… i tecnici sono anche responsabili del nostro sito. Fanno comunque tutti parte della compagnia, quindi non ci sono aiuti esterni.
  • SMG: qual’è la vostra giornata tipo quando lavorate al progetto?
  • LS: ci incontriamo ogni due settimane, dal venerdì alla domenica, e lavoriamo praticamente tutto il giorno. Ci sono delle scadenze per preparare tutto, le coreografie, le battute, ecc., ma in sostanza sta procedendo tutto bene.
  • SMG: anche i costumi e le coreografie sono realizzate da voi?
  • LS: alcuni costumi, come anche quelli di Luna e Artemis, sono stati realizzati da me. Altri invece sono stati confezionati da un sarto professionista di Amburgo. Abbiamo due coreografi.
  • SMG: ora vi pongo un’altra domanda interessante, come avete deciso il prezzo del biglietto? Molti hanno espresso disappunto visto il costo elevato, e vorrebbero tutti sapere come verrà usato l’incasso.
  • LS: molte cose richiedono soldi, come i costumi, la progettazione del palco, il noleggio del teatro, i macchinari, le attrezzature per la persona (microfoni), la sicurezza (pompieri, ecc.), le pulizie, e molto altro. Poi ci sono pure le spese di vitto e alloggio. Dobbiamo abbattere tutti questi costi.
  • SMG: quindi voi non guadagnate nulla?
  • LS: per la miseria, no! In realtà è l’esatto contrario… stiamo sostenendo molti costi, soprattutto io. Posso dire con certezza che stiamo andando molto oltre il budget iniziale.
  • SMG: potreste realizzare CD, DVD e altro merchandise per rientrare dei costi. Siete autorizzati a farlo e, se sì, lo farete?
  • LS: non abbiamo ancora ottenuto i diritti per alcun tipo di prodotto di questo genere. Mi sono già interessata alla cosa ma attualmente non c’è verso, è troppo costoso. Per ora non c’è convenienza e non so come sarà il futuro. Attualmente però possiamo realizzare poster e cartelloni, e infatti ne prepareremo alcuni da vendere alle nostre rappresentazioni.
  • SMG: in passato ci sono state critiche a proposito dei vari cambi di cast che avete affrontato. Come mai tutte queste sostituzioni?
  • LS: purtroppo alcuni se ne sono dovuti andare per problemi di salute legati al deperimento fisico che può derivare da un’attività del genere. Quindi, l’intero cast è stato cambiato. In più, c’erano delle persone che erano in grado di ricoprire il ruolo in modo migliore. E per questo sono entrati cinque o sei attori nuovi e migliori. Cose che capitano in questo ambiente
  • SMG: come definiresti la situazione attuale? Ci sono stati progressi?
  • LS: direi che va tutto bene. Tutti stanno facendo passi da gigante e abbiamo fatto molta strada. Sta uscendo bene, e sono molto contenta del nostro cast e di tutti gli altri. E’ fantastico.
  • SMG: perché non sono ancora uscite immagini o video dei costumi?
  • LS: perché i costumi non sono ancora pronti (ride)! Saranno terminati entro Marzo, e a quel punto pubblicheremo foto promozionali di tutto il cast in costume. Quando accadrà sarà tutto bello che pronto.
  • SMG: fra i vari fan dei musical, c’è sempre stata una sorta di confronto fra voi e Yume (altra compagnia amatoriale che realizza musical su Sailor Moon). Che ne pensate di questo confronto? Siete voi stessi fan di Yume?
  • LS: il continuo confrontarci con loro è abbastanza noioso, perché bisogna considerare vari fattori e non credo ci si possa arrogare questo diritto senza le dovute conoscenze. Yume è un gruppo amatoriale che avuto delle belle idee riguardo alle canzoni e alle rappresentazioni dei Sera Myu; per questo il loro successo è ampiamente meritato. Noi però abbiamo dei diritti ufficiali e ci dobbiamo comportare diversamente, quindi trovo inutile fare confronti. I loro fan ci considerano spesso dei nemici, ma spero che presto si potranno ricredere. Noi siamo solo agli inizi, senza grosse performance alle spalle, mentre Yume ha un passato glorioso di ben dieci anni di progetti. Spero che avremo anche noi la possibilità di metterci alla prova, perché l’ultima cosa che voglio fare è causare problemi a Yume. Noi, come team, abbiamo molto rispetto e riguardi per loro.
  • Esatto.
  • SMG: come siete riusciti a invitare un’ospite giapponese? Pensate di invitarne altri?
  • LS: sì… ho incontrato Yuki Nanami al Kontaku e abbiamo parlato molto, ha saputo del progetto e le ho detto spontaneamente: “vorresti venire da noi come ospite speciale?” e ha detto di , c’era anche il suo manager, che ha detto di non vedere l’ora di partire. Anche lei è molto contenta e impaziente. L’altro ieri ci ha inviato una newsletter, e ci ha subito registrati alla sua homepage. Così tutti i suoi fan potranno sapere che lei verrà in Germania.
  • SMG: ci saranno altri ospiti?
  • LS: può darsi, ma alcuni confermeranno all’ultimo minuto se ci saranno o no. Inoltre gli altri ospiti non sono indicati nella nostra homepage. Appena avrò notizie definitive, aggiornerò immediatamente.
  • SMG: allora l’attesa è giustificata?
  • LS: sì, aspettateci con impazienza!
  • SMG: cosa farete dopo la première? Se il musical non avrà successo, che ne sarà di voi? In caso contrario, farete altri musical?
  • LS: abbiamo ottenuto i diritti per un altro spettacolo, ho tutti i documenti. Se avremo successo, continueremo con gli altri, facendo spettacoli anche in altre città. Se invece sarà un flop, non potremo fare altro che lasciar perdere.
  • SMG: che impressione hai avuto dal fandom? Cos’hai trovato di positivo e negativo fra di loro?
  • LS: abbiamo radunato molti fan, e noi come gruppo ne siamo molto felici. Il fatto che ci supportino è molto importante per noi, e come ho già detto facciamo tutto per loro. Con questo musical abbiamo allargato le nostre conoscenze e il nostro fanbase. Ciò che non ci è piaciuto è il fatto che ci è stato dato degil altezzosi e presuntuosi, da gente che non ci conosceva. Alcuni membri del gruppo sono insorti, è stato un colpo basso per noi e questo non va bene. Non si tratta di critiche ma di un vero e proprio mobbing, ed è un peccato. Comunque, abbiamo fatto molte esperienze positive e vari hanno capito che siamo dei Moonies, prima di tutto!
  • SMG: sì, è vero!
  • LS: sì!
  • SMG: devo dirvi qualcosa di personale, a me spiace molto dei vari paragoni che sono stati fatti e delle critiche, perché non sono meritate quando si mette tempo, impegno e amore in quello che si fa. Vale per voi come per tutti. Bisogna mettersi alla prova, è vero. Vedremo ad Aprile. Fino ad allora posso solo augurarvi la buona fortuna e tutto il meglio.
  • LS: grazie.
  • Grazie mille, faremo del nostro meglio.
  • SMG: volete dire qualcosa ai vostri fan?
  • LS: sì, miei cari… nostri cari fan, non vediamo l’ora di darvi il benvenuto al nostro show, sarà fantastico se ognuno di voi si presenterà, e soprattutto dopo lo show vogliamo divertirci alla grande… ci sarà un party!
  • SMG: a proposito del party del dopo show, sono ammessi solo i membri del cast o anche i fan?
  • LS: no, il party è aperto a chiunque abbia acquistato il biglietto.
  • SMG: fantastico. Il 7 Aprile ci sarò anch’io, e per le relative 24 ore farò un report continuato su Twitter, in modo che anche chi non ci sarà potrà assaporare l’atmosfera del momento. Non vedo l’ora.
  • LS: anche noi non vediamo l’ora.
  • SMG: ecco, è tutto. Grazie infinite per il tempo che mi avete dedicato per l’intervista.
  • LS: grazie anche a te.
  • SMG: buona fortuna e a presto.
  • LS: certo! Grazie ancora e tante belle cose a tutti i fan di Sailor Moon! Ciao.
  • Ciao.

La Soldier